Qualche giorno addietro la stampa locale portava alla luce la disgraziata abitudine di qualche giovane buontempone che, nel misero tentativo di dichiarare pubblicamente tutto il suo desiderio per la propria amata ma anche tutto il suo disagio per questo mondo, decideva di imbrattare in maniera alquanto squallida uno dei luoghi più importanti per la comunità Montebellunese: la chiesa di Santa Maria in Colle. Come sempre il nostro Capogruppo, amante della storia della sua città, non poteva resistere e, convocati i suoi Alpini, decideva di intervenire personalmente: "Tosàti, sabato bisogna far pulizia aea Cèsa Vecia: ho bisogno de 'na man!". E, come sempre, la richiesta non poteva cadere nel vuoto: all'appello si presentano una ventina di Alpini, tra i quali alcuni professionisti, per dare il proprio contributo alla pulizia del luogo che tutti i montebellunesi hanno nel cuore, ma che spesso con i loro comportamenti dimenticano di rispettare. E così, gruppo elettrogeno a piena potenza, idropulitrice, soffiatori e rasaerba e tanto olio di gomito (e per questo un enorme ringraziamento a Vanio Romanazzi per il suo coinvolgimento professionale… e  fisico!), la pulizia comincia. Tante, ma tante, immondizie vengono raccolte e, mentre un gruppo di Alpini ridimensionano edere ed altre infestanti sulle scalinate che portano al sagrato, altri raccolgono una infinita quantità di ramaglie e foglie, tanto da dover fare due viaggi di cassonato per smaltire il tutto.
Il Capogruppo con altre due paia di forti braccia si dedicano intanto alla rimozione dei graffiti ed alla copertura degli sfregi lasciati sulle mura della chiesa (e per questo un enorme grazie a Giuliano del Centro del Colore di Montebelluna che, allertato di sabato mattina, ci ha consigliato i prodotti da utilizzare e poi ne ha voluto fare dono alla comunità e portandoceli in loco personalmente).
Non deve mancare, naturalmente, la pausa ("ciò, me par che qua ghe dè da magnar sol al gruppo elettrogeno, vardè che no vae mia pi vanti gnanca mi se no fae marenda"……. Giacomo, insostituibile!) che degnamente organizzata da Fernando, responsabile al vettovagliamento, ridà tono a tutti. E così dopo un altro paio di ore quanto prefisso viene portato a termine. Un sabato mattina diverso, una gran bella sinergia di persone con età e professionalità diverse: questi sono gli Alpini: magari non faranno tutto perfettamente, ma ci provano. Sempre.

Andrea Adami

   

Aprile 2014
D L M M G V S
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 1 2 3
Maggio 2014
D L M M G V S
27 28 29 30 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31